• Puccio Duni

A Castiglioni: una mostra inutile anzi dannosa


In occasione del centenario dalla sua nascita, la Triennale di Milano dedica una grande mostra ad Achille Castiglioni (1918-2002), uno dei più importanti Maestri del design italiano

Lampada "Brera"

È in corso alla Triennale di Milano una mostra che faceva parte del cartellone del vecchio consiglio, che riesce nel non facile compito di confondere le idee a proposito della coppia più bella del design italiano ovvero “I Castiglioni”. Infatti non si riesce a capire come si fa a fare una mostra su un personaggio legato a doppio filo con un altro, ammenochè non si concentri l’attenzione solo sul periodo in cui questi ha operato da solo ovvero dopo la morte dell’altro. Invece si procede a zig zag senza una vera cronologia esponendo i vari pezzi cui si riferiscono le sigle AC+PGC per i pezzi prima del novembre ’68 e solo AC per quelli disegnati successivamente. E allora perché non dedicarla a tutti e due con una operazione culturale degna della Triennale? Se a questa premessa si unisce che per la curatela è stato scelto non uno storico, ma un designer che divide la sua attività con numerose direzioni artistiche di grande livello, si ottiene una mostra evento-spettacolo di cui la figura di Achille avrebbe fatto volentieri a meno.

Pinacoteca di Brera | Milano

Cominciamo con ordine a notare le mancanze; per esempio è stata obliterata la lampada Brera, un omaggio a Piero della Francesca e alla pinacoteca di Brera, senza pensare che questa non era solo una lampada, ma una cerniera tra arte, design, la città e le sue istituzioni, cosa che hanno capito bene, per fortuna, le istituzioni preposte al museo, che hanno, nel nuovo allestimento della sala di Piero, Raffaello e Mantegna, accostato una lampada Brera al quadro di Piero. E questo, vi assicuro, suscita negli amanti del design un momento di vera commozione. Oltre a questo esiste un pezzo fondamentale nella storia dei fratelli Castiglioni che è la poltrona Sanluca perché ha sancito il sodalizio con Dino Gavina chiave di volta dell’operazione Flos. È vero che sono state esposte le Sanluca nella versione Max Huber oltre ad una vintage, ma il momento chiave di questo incontro è stato cancellato. Provate a cancellare Flos dalla vita dei Castiglioni e vedrete che ne deriverebbe una diminuito determinante.

Poltrona Sanluca | © Flos

Esposti i pezzi senza cronologia, si è tentato maldestramente di fare alcuni squilli cromatici assolutamente immotivati e disturbanti, per poi passare all’assurda sala oscura dove sui cavi delle Parentesi sono stati appiccicati i corpi illuminanti di altre lampade assolutamente estranee all’idea base di Pio Manzù così brillantemente risolta dai fratelli C. Il visitatore avrebbe volentieri ascoltato le parole di Achille di cui vengono mostrate numerose lezioni o conferenze, se solo fosse stato messo in grado di seguire le sue argomentazioni. Invece di allestire una saletta dove fare un filmato con vita morte e miracoli del nostro, si è scelto di intercalare dei video proiettati su piccoli schermi con un volume da superdotati dell’udito, da vedere rigorosamente in piedi, pesticciati da chi passa. Vale la pena di ricordare la mostra appena conclusa dedicata a Osvaldo Borsani dove Fantoni e Foster hanno dato una lezione di rigore, di documentazione e fruibilità cui spero si atterranno i futuri curatori, perché non è il numero di mostre e mostrine che fa l’Istituzione ma la qualità, e da Boeri ci aspettiamo un...grattacielo orizzontale di idee ben rappresentate.

Chi è | Puccio Duni

Torinese, classe1935 ha collaborato spalla a spalla con grandi maestri della storia del design italiano. Tra i progetti più “pioneristici” che ha firmato c’è Selfhabitat, aperto 40 anni fa, in anticipo di diversi decenni sulla filosofia di Ikea. Nel 2014 riceve il Premio Compasso d’oro alla carriera per aver promosso il design con la sua attività. Tiene periodiche conferenze relative a personaggi e periodi del design. Collabora con la sezione arredamento del Liceo Artistico di Porta Romana dove ogni anno svolge lezioni concernenti il design in tutte le sue declinazioni.

#PuccioDuni #AchilleCastiglioni #TriennalediMilano #PinacotecadiBrera #DinoGavina #MaxHuber #PioManzù #OsvaldoBorsani

Schermata 2020-01-20 alle 17.09.20.png
Sostieni ArtApp!

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli.

Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

Scelti per voi

FB-BANNER-01.gif

© 2020 Edizioni Archos P.IVA 02046250169 - ArtApp | semestrale | Anno XI | Reg. 03/2009 Tribunale di Bergamo

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle