• Laura Cavalieri Manasse

Carlos Quintana, El Mundo De La Verdad al Palazzo della Cancelleria, Roma


La mostra "El mundo de la verdad" presenta circa venti dipinti e una scultura prodotti negli ultimi due anni e raddoppia la presenza in Italia dell’artista cubano

"Riflessione" (dettaglio) Carlos Quintana | cm 182×150, olio su tela

«La nostra società si nutre di apparenza, di superficialità, di comportamenti suggeriti o codificati dalle mode, dai media. La complessità esistenziale viene celata dietro la maschera delle convenienze o delle consuetudini. Carlos Quintana evidenzia questa situazione attivando una pittura di crisi: i suoi personaggi manifestano atteggiamenti formali che lasciano intuire una diversa realtà». Esordisce così il critico Luciano Caprile nel descrivere le opere in mostra al Palazzo della Cancelleria a Roma: l’artista cubano scava dietro le facciata delle cose, esplora quella verità “originaria” in tele di grandi dimensioni, che incombono sull’osservatore, lo aggrediscono quasi. Nella fissità dei volti, nella sospensione dei gesti, nel silenzio auratico dove corpi, frammenti, teste e mani fluttuano, mette in scena le condizioni dello smarrimento, dell’anonimato, la memoria collettiva e quella strisciante inquietudine che porta con sé lo stare al mondo.

"Tre ombrelli" Carlos Quintana | cm 150×182, olio su tela

Lo spazio in cui le sue figure si muovono è uno spazio amniotico; tempo e luogo sono indefiniti; e il colore, interiorizzato, carica ancor di più ogni raffigurazione di una autenticità, appunto, altra. "El mundo de la verdad" presenta circa venti dipinti e una scultura prodotti negli ultimi due anni e raddoppia la presenza in Italia dell’autore: ha infatti inaugurato l’11 maggio In Finito presso il Palazzo Loredan – Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti a Venezia. A Roma, nell’esposizione a cura di Eriberto Bettini, il percorso della visita si apre e si chiude con una parata di animali, spesso presenti nella sua cosmologia: conigli dal corpo umano all’inizio, gatti alla fine. Nel mezzo: maternità, scene corali, singoli idoli si affrontano da una parete all’altra; gli sguardi imperturbabili; creando una esperienza immersiva che il buio delle sale accentua ancor di più. Tre ombrelli, Riflessione, Famiglia in agosto, Naufragio di libri e Globi elettrici – per citare solo alcuni titoli – dimostrano l’attenzione di Quintana per le culture e le filosofie orientali nonché i rimandi all’espressionismo tedesco e – come scrive ancora Caprile – certe memorie legate a un surrealismo di natura tribale insito nella sua terra.

"Toccando una nuvola" Carlos Quintana 2018 | cm 150x182, olio su tela

La mostra, che prosegue fino al 16 giugno in Piazza della Cancelleria 1, gode del patrocinio del Pontificium Consilium de Cultura e dell’Ambasciata della Repubblica di Cuba presso la Santa Sede.

Info: Carlos Quintana, El mundo de la verdad

A cura di Eriberto Bettini Testo critico di Luciano Caprile

Palazzo della Cancelleria, Piazza della Cancelleria 1, Roma

Orario: dal lunedì alla domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:00

Ingresso libero

Chi è | Laura Cavalieri Manasse

Segue la redazione del semestrale ArtApp e della sua piattaforma online, senza rinunciare a scrivere degli articoli sugli argomenti che l'appassionano, come la fotografia o il teatro. Collabora come editor per alcune case editrici e con tutti coloro che le chiedono un consiglio che li aiuti a scrivere in modo corretto e interessante.

#LauraCavalieriManasse #CarlosQuintana #Roma #LucianoCaprile

Schermata 2020-01-20 alle 17.09.20.png
Sostieni ArtApp!

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli.

Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

Scelti per voi

FB-BANNER-01.gif

© 2020 Edizioni Archos P.IVA 02046250169 - ArtApp | semestrale | Anno XI | Reg. 03/2009 Tribunale di Bergamo

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle