• Redazione ArtApp

“D-dieci D-undici, storia di Giammarco” mostra fotografica di Pietro Basoccu a Tortolì (NU)


Le immagini in bianco e nero del fotografo sardo raccontano la storia quotidiana di Giammarco, vittima di un grave incidente sul lavoro che ha reagito alla sua disabilità grazie al teatro e alla poesia

Le immagini che costituiscono la mostra raccontano la storia quotidiana di Giammarco, un giovane di trentasette anni, appassionato calciatore, sposato e padre di due figli di sette e un anno, che una sera di novembre del 2006 rimane schiacciato, all'uscita dal lavoro, sotto il peso di un cancello di seicento chili. Non camminerà più, ma con la forza della volontà riuscirà a calcare il palcoscenico della vita in maniera piena, ricca di coraggio, impegno e gioia. D-dieci e D-undici sono i nomi delle vertebre lesionate in modo irreparabile, costringendo Giammarco su una sedia a rotelle.

“D-dieci D-undici, storia di Giammarco” è il titolo della mostra fotografica del fotografo Pietro Basoccu, che verrà inaugurata venerdì 13 luglio alle ore 22.30 presso Piazzetta “Libreria del Corso”, in Corso Umberto 44, a Tortolì (NU). Viene presentata al pubblico una selezione di 22 grandi stampe fotografiche in bianconero e il catalogo di accompagnamento, dove sono presenti testi e poesie di Giammarco Mereu.

«La campagna fotografica è durata un anno e racconta la vita quotidiana di Giammarco, la sua grande forza di volontà, la sua voglia di lottare, di non arrendersi.- spiega il fotografo– durante le lunghe notti insonni trascorse in ospedale compone numerose poesie che diventeranno poi, grazie alla Compagnia Teatrale Rossolevante, un testo teatrale che viene portato in tanti teatri italiani e ha come attore protagonista proprio lui, Giammarco.»

«Il racconto fotografico – prosegue Basoccu- è senz’altro un grido di allarme per i tanti incidenti che ancora accadono sul lavoro ma è soprattutto una storia che trasmette fiducia, speranza per i tanti di noi a cui la vita un giorno -come sottolinea Alex Zanardi nella prefazione- ha fatto lo sgambetto.» “Il segreto della vita è tutto qui: riempirla, ancor più che di risultati, di grandi tentativi per fare al meglio quanto amiamo. Non è facile. Tante persone sono emotivamente vinte dalla disabilità. A volte solo per un breve periodo, altre più a lungo, altre ancora per il resto della loro esistenza. Ma chi riesce a scuotersi, a comprendere che la vita continua a offrirti l’opportunità di tentare, beh tutte queste persone restano disabili ma smettono di essere handicappati…” – sono le parole del pilota pluricampione Alex Zanardi nel testo in catalogo.

Photo © Pietro Basoccu

“Mi è oscuro il traguardo. Mi auguro di arrivare stanco al capolinea ma con la consapevolezza di aver sfruttato al massimo tutte le possibilità che la vita mi ha offerto…” Scrive Giammarco Mereu nel testo che accompagna le foto.

Presente in loco, nella “Libreria del Corso”, il catalogo “D-dieci D-undici, storia di Giammarco” edito dalla Soter Editrice. La mostra è un progetto di Su Palatu_Fotografia, curatore Salvatore Ligios.

L’esposizione potrà essere visitata tutti i giorni dal 13 luglio al 2 settembre 2018.

#RedazioneArtApp #PietroBasoccu #GiammarcoMereu #AlexZanardi #SalvatoreLigios #CompagniaTeatraleRossolevante #Incidentisullavoro #SoterEditrice

Schermata 2020-01-20 alle 17.09.20.png
Sostieni ArtApp!

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli.

Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

Scelti per voi

FB-BANNER-01.gif

© 2020 Edizioni Archos P.IVA 02046250169 - ArtApp | semestrale | Anno XI | Reg. 03/2009 Tribunale di Bergamo

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle