• Silvia Lombardi

I dessert architettonici di Dinara Kasko


L'architetto Dinara Kasko coniuga la sua capacità di studiare degli elementi architettonici complessi per trasferirli in cucina e trasformarli in dolci strepitosi

Photo © Dinara Kasko

Non è raro leggere che a qualche architetto famoso piace cucinare, mentre non ricordo di aver mai saputo di uno chef che, per diletto e passione, abbia disegnato e realizzato un edificio. E ancora, guardando le casette di pan di zenzero della tradizione natalizia, salta all'occhio la loro struttura semplice di solito guarnita da dolcetti che fanno venire l'acquolina in bocca, ma non stupisce per la forma. Invece Dinara Kasko laureata in Architettura e Design, seguita da tre anni di specializzazione nel campo del disegno e della progettazione digitale, ha saputo coniugare in modo fantastico la sua capacità di trasferire degli elementi architettonici complessi in cucina e creare dei dolci strepitosi.

“Una bella torta e un magnifico edificio hanno entrambi esigenze di una buona progettazione preliminare - ha spiegato la cake designer - bisogna lavorare con forma, volume, composizione, proporzioni, colori e texture in modo corretto. La giusta combinazione di tutti questi fattori permette di creare una torta o un edificio ben equilibrati”. Dinara conosce le caratteristiche della calce, dei mattoni e del cemento armato come quelle della farina, del burro, delle uova ecc. perciò utilizza l’esperienza maturata in uno studio di progettazione, dove ha lavorato diversi anni dopo la laurea in architettura, per realizzare le sue dolcissime opere d’arte.

Dinara si occupa di ogni singolo aspetto: progetta le forme dei suoi dolci per poi realizzare gli stampi attraverso l’utilizzo di stampanti 3D lavorando sul volume, la composizione, la proporzione, il colore e la struttura. La chef predilige le forme geometriche semplici: il triangolo, il cerchio, il rettangolo mentre il marrone, il bianco e il rosso sono i suoi colori preferiti, utilizza principi matematici, come la costruzione geometrica della triangolazione e il diagramma di Voronoi o ancora la biomimetica, che imita le forme della natura e ottiene delicate composizioni volumetriche costruite con biscotto, cioccolato, gelatine, meringhe, mousse e creme.

Marie-Antoine Carême, nato a Parigi nel 1783, cuoco di Talleyrand e di Napoleone e, dopo la caduta di quest’ultimo, chef dello Zar Alessandro I e quindi del Principe di Galles, già secoli fa asseriva c1onvinto: “Le belle arti sono cinque e cioè: la pittura, la scultura, la poesia, la musica e l’architettura, che ha come ramo principale la pasticceria” e oggi, davanti alle forme golose e invitanti delle torte della pastry chef ucraina, non possiamo che dargli ragione.

Chi è | Silvia Lombardi

Dalla Lombardia al Piemonte passando per l'Emilia Romagna, nomade per vocazione, due grandi passioni: la cucina e il teatro. Dopo la laurea in Antropologia dello Spettacolo a Bologna, si occupa di comunicazione e organizzazione teatrale: da poco ha festeggiato 10 anni di “cultivazione”, perché ogni spettacolo per cui ha lavorato è stato come un seme piantato nel terreno della promozione culturale. Nel tempo libero assapora la vita attraverso gusti e ingredienti dai più semplici ai più complessi, sempre alla ricerca di stupore e meraviglia.

#SilviaLombardi #DinaraKasko #MarieAntoineCarême

Schermata 2020-01-20 alle 17.09.20.png
Sostieni ArtApp!

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli.

Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

Scelti per voi

FB-BANNER-01.gif

© 2020 Edizioni Archos P.IVA 02046250169 - ArtApp | semestrale | Anno XI | Reg. 03/2009 Tribunale di Bergamo

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle