• Silvia Lombardi

Le Corbuffet: Edible Art and Design Classic, l'arte commestibile di Esther Choi


L'arte incontra la cucina in un libro che utilizza il cibo per creare interpretazioni commestibili di sculture, dipinti, architettura e design di artisti famosi

Photos © Esther Choi 2019

«Nel 2014 mi sono imbattuta in un menu elaborato creato da László Moholy-Nagy per una cena tenuta in omaggio al fondatore e architetto Bauhaus, Walter Gropius, nel 1937. Ispirato dal menu per la cena di Gropius e dalle domande che sollevava sull'elitarismo della produzione culturale, un anno dopo decisi condurre un esperimento sociale. Ho ospitato il primo di una serie di "Le Corbuffets" nel mio appartamento di Brooklyn, un progetto che ho portato avanti fino al 2017. Offrendo i pasti a un assortimento di ospiti, questi incontri sociali ruotavano attorno al consumo di assurdi piatti ispirati ai giochi di parole che si riferivano ad artisti e designer canonici. Come commento sullo stato dell'arte, del cibo e del design come merce da "divorare" dal mercato, il progetto ha deliberatamente distorto gli idiomi per esplorare la nozione di "consumo estetico" attraverso gusto e percezione.»

Queste sono le parole di Esther Choi, autrice del libro di cucina, edito da Prestel, in uscita proprio oggi. Progettato dallo Studio Lin di New York, il libro contiene sessanta ricette o "sceneggiature d'azione", insieme alle fotografie dell'autrice, delle sculture commestibili. L'artista, fotografa e scrittrice canadese prosegue: «Come opera d'arte concettuale, questo lavoro tenta di appropriarsi delle convenzioni dell'editoria dei libri di cucina per far circolare una proposta critica ad un pubblico di massa. Il cibo è posizionato come uno strumento per esaminare le politiche di condivisione e ospitalità, e incoraggia i suoi lettori a mettere in atto ciò che l'antropologo Marshall Sahlins ha definito "produzione di consumo". Il mio progetto spera di suggerire ai lettori che, in un'era di dilagante privatizzazione neoliberista, ci sia qualcosa di cruciale nell'idea che chiunque può fare qualsiasi cosa, specialmente le esperienze destinate alla condivisione, usando dei materiali ordinari.»

Arte e cibo sono da sempre un connubio irresistibile. Dal “Manifesto della Cucina Futurista” di Filippo Tommaso Marinetti, pubblicato nel 1931, che trasferiva a tavola lo spirito anticonvenzionale e assurdo del movimento, alle cene “relazionali” dell'artista tailandese Rirkrit Tiravanija, passando per “Les dîners de Gala”, ricettario surrealista firmato da Salvador Dalì, sono stati numerosi i tentativi di ricreare l'arte e metterla nel piatto. Le ricette raccolte nel volume di Esth Choi sono dedicate ad artisti e designer famosi, come Frida Kahlo, a cui è dedicata la Frida Kale-o Salad, Barbara Kruger, ispiratrice della Rhubarbara Kruger Compote e Rem Koolhaas a cui è dedicata una golosa Rem Brûlée.

Chi è | Silvia Lombardi

Dalla Lombardia al Piemonte passando per l'Emilia Romagna, nomade per vocazione, due grandi passioni: la cucina e il teatro. Dopo la laurea in Antropologia dello Spettacolo a Bologna, si occupa di comunicazione e organizzazione teatrale: da poco ha festeggiato 10 anni di “cultivazione”, perché ogni spettacolo per cui ha lavorato è stato come un seme piantato nel terreno della promozione culturale. Nel tempo libero assapora la vita attraverso gusti e ingredienti dai più semplici ai più complessi, sempre alla ricerca di stupore e meraviglia.

#SilviaLombardi #EstherChoi #LászlóMoholyNagy #Bauhaus #MarshallSahlins #FilippoTommasoMarinetti #RirkritTiravanija #FridaKahlo

Schermata 2020-01-20 alle 17.09.20.png
Sostieni ArtApp!

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli.

Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

Scelti per voi

FB-BANNER-01.gif

© 2020 Edizioni Archos P.IVA 02046250169 - ArtApp | semestrale | Anno XI | Reg. 03/2009 Tribunale di Bergamo

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle