• Anna Ferrari

Le illusioni ottiche di Odeith


L'artista portoghese è considerato uno dei più grandi rappresentanti della Street Art per il suo talento nel realizzare murales anamorfici

© Odeith

L'artista portoghese Sergio Odeith, attivo per le strade fin dagli anni '80 ed è uno dei pionieri dei graffiti anamorfici in 3D dalla metà degli anni 2000, quando ha ottenuto riconoscimenti internazionali per la sua tecnica sperimentale. A lui piace stupire con gli effetti di prospettiva e ombreggiatura, realizzando murales di grande realismo tridimensionale. La sua specialità è il murales anamorfico, che deriva da quel processo artistico che consente di creare un'illusione ottica, una sensazione di 3D, comprensibile soltanto da una prospettiva specifica.

Questa tecnica, approfondita e studiata anche da Leonardo da Vinci, ora è molto popolare nella street art e nell'arte contemporanea. Per fare un esempio famoso nella storia dell’arte, nella parte inferiore del dipinto “Gli ambasciatori” di Hans Holbein il Giovane, è visibile una strana immagine i cui contorni non si definiscono fin quando non si osserva dal giusto punto di vista. Solo allora si comprende che si tratta di un teschio anamorfizzato.

Odeith ha portato avanti una ricerca visiva dell'iperrealismo, i grandi insetti che lui dipinge sembrano spaventosamente vivi, viste le loro misure. Affinando la sua abilità di ombreggiatura per decenni, è diventato un anamorfico completo in uno stile che ha soprannominato "oscuro 3D", un abilissimo gioco di luci ed ombre, di linee e texture. Basta spostarsi un po’, infatti, perché l’incantesimo perda il suo effetto. Ma non la sua bellezza.

Puntando gli angoli e le intersezioni, sfrutta con molta efficacia piani di seconda e terza dimensione, consentendo una maggiore sperimentazione e interazione di ombreggiatura e luce riflessa su tutte le superfici. È una forma di gioco visivo che conferisce un volto moderno al classico stile di trompe l'oeil lanciato dalla Francia, che amava anche sfidare il modo in cui le persone vedono il mondo, reale o immaginato. Sergio riprende da dove i vecchi maestri hanno lasciato, aggiungendo il proprio stile e spingendo i limiti dell'espressione creativa a nuove dimensioni.

Chi è | Anna Ferrari

Classe 1991, di origine emiliana e milanese d'adozione, ha una laurea specialistica in Scienze della Terra, presa all'Università degli Studi a Milano, che l'ha portata ad essere geologa a tutti gli effetti. Dal 2013 decide che vuole di più e incomincia a scrivere: prima raccontini liberi, poi articoli e recensioni. Ama tutto ciò che è natura e arte ed è una grande lettrice di libri di storia.

#SergioOdeith #Muralesanamorfico #LeonardodaVinci #HansHolbeinilGiovane #StreetArt #AnnaFerrari

Schermata 2020-01-20 alle 17.09.20.png
Sostieni ArtApp!

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli.

Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

Scelti per voi

FB-BANNER-01.gif

© 2020 Edizioni Archos P.IVA 02046250169 - ArtApp | semestrale | Anno XI | Reg. 03/2009 Tribunale di Bergamo

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle