Percorsi, le opere del fotografo Max Mandel in mostra a Montalcino


Nelle sale del Complesso di Sant'Agostino, a Montalcino (Si) dal 30 marzo saranno esposti i diversi cicli di fotografie realizzate dall'artista in oltre quarant’anni di attività

Patinoire

I diversi cicli di fotografie realizzate in oltre quarant’anni di attività, a disposizione del pubblico a OCRA Officina Creativa dell'Abitare a Montalcino, offrono la ricchezza di immagini del percorso professionale di Max Mandel, la profondità e la varietà del suo sguardo, capace di approcciarsi all'arte fotografica con tecnica e profonda empatia. 

Il titolo della mostra “Percorsi”, racchiude la volontà di abbracciare il trascorso professionale e personale di Mandel, che ha saputo destreggiarsi sapientemente tra il lavoro di ricerca e di documentazione oggettiva, e l'emergere della sua soggettività, sostenuta da una forza espressiva che scuote gli animi. Le opere esposte raccontano due differenti approcci: la documentazione di architetture e opere d'arte e la ricerca personale, nella quale emerge la sorpresa dell'attimo inaspettato, come mostrato attraverso “Appunti di viaggio”.

Galleria Vittorio Emanuele, Milano


Le due prospettive si incontrano e vengono rielaborate negli scatti dedicati alle donne di “L'altra metà del lavoro”, che riprendono la relazione tra le persone e il lavoro svolto attraverso la forza evocativa di alcuni segni, in un gioco di rimandi più o meno evidenti. 
L'ultima fase della sua ricerca, in ordine temporale, rivela l'attenzione per l'istante e, con la rielaborazione dell'immagine come esercizio postumo, permette l'approfondimento tecnico espresso in “Decoupage”. La mostra si chiude con il ciclo di fotografie scattate con il cellulare che raccontano del rinnovato fascino per la ricerca dell'inquadratura e le immagini immediate.