• Laura Cavalieri M.

Visioni urbane


Gli scatti del fotografo Andrea Alfieri che fermano le immagini, mute e deserte, come nella tradizione pittorica del '400

Bukhara, Uzbekistan 2013 - Photo © Andrea Alfieri

Succede spesso, guardando un quadro del Bramante, Brunelleschi, Piero della Francesca o Giotto di stupirsi per come questi grandi pittori dessero alle loro opere un taglio architettonico e, soprattutto, fotografico. Penso al dipinto “La città ideale”, un'opera di autore ignoto che, nel '400, raffigurò un'enorme spazio urbano deserto, talmente curato nei particolari da sembrare una fotografia scattata nel magico momento in cui la piazza è completamente spopolata.

New Deli, India 2014 - Photo © Andrea Alfieri

Andrea Alfieri, nato a Perugia e residente a Pistoia, è un fotografo che ribalta questa suggestione: le sue immagini ripercorrono la tradizione della pittura italiana, con tutti i riferimenti architettonici e prospettici dei grandi artisti dell'Umanesimo quattrocentesco, con l'aggiunta del tocco poetico dato dalle solitarie figure umane che abitano i suoi scatti.

Alfieri ci spiega: "Ritengo che ogni fotografia che “funziona” sia retta da una precisa “ossatura” compositiva, ancorché spesso questa non appaia evidente. Nella città, dove dominano linee e contrasti, e le forme geometriche la fanno da padrone e si colgono più facilmente delle strutture armoniche, occorre solo isolarle dal resto, enfatizzarle.

Berlino, Germania, 2013 - Photo © Andrea Alfieri

Nelle mie fotografie le persone sono isolate, talora minute, quasi annichilite. A volte le attendo a lungo prima dello scatto, per farle diventare termine di confronto, paradigma della misura e della solitudine. Così la prospettiva, nello stesso modo, assume per me il carattere di forma simbolica, rivelatrice del desiderio di possesso della terza dimensione”.

Senso estetico, passione per i dettagli architettonici e poesia sono le caratteristiche che Alfieri comunica con le sue immagini, quando punta il suo obbiettivo su un dettaglio urbano, e ferma con lo scatto, soprattutto, un'emozione.

Articolo pubblicato su ArtApp 14 | LA CITTÀ

Chi è | Laura Cavalieri Manasse

Vive all'Isola d'Elba da dove segue la redazione di ArtApp, spesso su una spiaggia, con il computer sulle ginocchia di fronte al mare. Collabora come editor per alcune case editrici e con tutti coloro che le chiedono un consiglio che li aiuti a scrivere in modo corretto e interessante.

Altri articoli di Laura Cavalieri Manasse

#AndreaAlfieri #Bramante #Brunelleschi #PierodellaFrancesca #Giotto #LauraCavalieriManasse

Schermata 2020-01-20 alle 17.09.20.png
Sostieni ArtApp!

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli.

Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

Scelti per voi

FB-BANNER-01.gif

© 2020 Edizioni Archos P.IVA 02046250169 - ArtApp | semestrale | Anno XI | Reg. 03/2009 Tribunale di Bergamo

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle