top of page

Feeling Good. Caimi design per il futuro

Il riformismo progettuale di un’icona del Made in Italy, tra scienza, design, arte e impresa


Camera anecoica


Fino al 28 aprile 2024 ADI Design Museum – Compasso d'Oro presenta la mostra "Feeling Good. Caimi design per il futuro", a cura di Aldo Colonetti e Valentina Fisichella, con progetto di allestimento di Matteo Vercelloni e progetto multimediale e live performance di Ex Anima. Un progetto culturale dedicato a Caimi, azienda a vocazione internazionale con radici lombarde che, a 75 anni dalla sua fondazione, riflette sul proprio metodo di lavoro, lo aggiorna e lo propone come modello di sviluppo per il prossimo futuro. 

 

“Feeling Good. Caimi design per il futuro” è un’esposizione non celebrativa, un focus narrativo sul vero DNA dell’azienda, che aspira a tracciare una linea a tendere: non guarda al passato, ma disegna un nuovo percorso, contribuendo al sistema design Made in Italy. Curata da Aldo Colonetti, filosofo, storico e teorico dell’arte e del design, e dall’architetto e ricercatrice Valentina Fisichella, la mostra offre ai visitatori un percorso articolato in ambienti sinestetici che ospitano oggetti, video, opere d’arte, prodotti, documenti e disegni. 


"Feeling Good. Caimi design per il futuro",  ADI Design Museum Milano | Foto di Denise Manzi


Indispensabile componente di questa storia di concretezza è l’attenzione alla scienza e alle sue applicazioni, che ha visto la realizzazione di un centro di ricerca – Caimi OpenLab – nato per l’azienda, ma reso da subito disponibile a Università, Istituti di Ricerca, Fondazioni, che intendano usare strumenti di indagine sulla realtà contemporanea dell’acustica. La coerenza di questo lungo percorso è nella formula che dà il titolo alla mostra e al progetto: Feeling good, "Star bene”. Un invito a porsi i bisogni e le condizioni degli utenti come riferimento concreto, qualunque sia il prodotto cui designer e azienda pensano.


Al centro ci sono la capacità di pensare e produrre progetti fattibili che rispondano a necessità reali, la contaminazione tra disegno industriale e arte, la collaborazione indispensabile tra scienza e design.  Ed è dalla volontà di analizzare e ricercare queste tematiche cruciali di vita e di prodotto che nasce la sinergia fra ADI Design Museum e Caimi, riflessione dell’affinità elettiva che unisce un museo esperienziale e di ricerca con un’impresa del miglior Made in Italy. 


Gillo Dorfles, Aldo Colonetti, Luigi Sansone e Giorgio Caimi



Comments

Couldn’t Load Comments
It looks like there was a technical problem. Try reconnecting or refreshing the page.

© Edizioni Archos

Sostieni ArtApp! Abbonati alla rivista.

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli. Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

SELEZIONATI PER TE