top of page

Kobane Calling On Stage

Torna in scena, dopo la pandemia, la pièce dall’omonima graphic novel di Zerocalcare nell’ottocentesco Teatro Bellini di Napoli



Kobane Calling On Stage torna finalmente a calcare le scene e lo fa in uno dei luoghi più vivi della cultura italiana: sarà infatti il Teatro Bellini di Napoli ad ospitare le repliche dello spettacolo fino al 22 maggio. La serata della prima, il 10 maggio 2022, ha visto la presenza di Michele Rech (Zerocalcare) affiancato da Ylmaz Okan – Associazione Nazionale UIKI ONLUS (in rappresentanza del popolo curdo). Insieme a loro: Emanuele Vietina, direttore Lucca Crea e Lucca Comics & Games, Nicola Zavagli – autore e regista di Teatri D’Imbarco, Daniele Russo - Direzione Artistica Teatro Bellini.


Foto © Livia Cannella 2019

Kobane Calling è un fumetto dell’autore italiano Zerocalcare, un reportage in forma grafica del viaggio che lo ha portato al confine tra la Turchia e la Siria a pochi chilometri dalla città assediata di Kobanê, tra i difensori curdi del Rojava, opposti alle forze dello Stato Islamico. Un atto di solidarietà verso chi ogni giorno in Siria mette a rischio la propria vita, scelto per il progetto Graphic Novel Theatre di Lucca Comics & Games e portato in scena per la prima volta nell’edizione del 2018 come nuova traiettoria artistica del Festival, impulso raccolto dal regista e drammaturgo Nicola Zavagli, che da anni persegue, con l’attrice Beatrice Visibelli e la compagnia Teatri d’Imbarco, un teatro popolare d’arte civile.



Dopo aver venduto oltre 100.000 copie solo in Italia ed essere stato tradotto in Croazia, Francia, Spagna, USA, Norvegia, Germania, Brasile, Grecia, Giappone, Paesi Baschi, Kobane Calling è infatti diventato un atipico documentario teatrale. Uno spettacolo che non spettacolarizza la guerra, ma la racconta grazie a una originalissima commistione di linguaggi. È un vero e proprio atto d’amore del teatro nei confronti del mondo poetico e comicissimo dell’autore: non è solo la trasposizione di una graphic novel, ma un’opera inedita che, partendo dalle pagine del fumetto, le trasforma sul palcoscenico in un autentico cortocircuito di emozioni, perché racconta con spietata leggerezza la verità brutale di un conflitto troppo spesso dimenticato. Un lavoro che si mantiene pericolosamente in bilico tra cronaca del nostro tempo e l’immaginario fumettistico.


Foto © Livia Cannella 2019

«Da oltre cinque anni – spiega il direttore di Lucca Comics & Games Emanuele Vietina - abbiamo lanciato il progetto Graphic Novel Theatre. Il teatro per noi è un linguaggio fondamentale che abbiamo voluto far convergere con il mondo del fumetto: abbiamo deciso di sperimentare, creare, essere all'avanguardia e andare in cerca dell'opera nuova insieme al nostro pubblico. È anche un modo per noi di esprimere gratitudine verso i grandi autori di graphic novel che stanno dando voce a temi chiave del presente. Poter ripartire da Napoli è un’emozione indescrivibile: torniamo nel luogo in cui il tour di Kobane Calling si era interrotto a causa della pandemia. Riportiamo finalmente in scena uno spettacolo che continua a mantenere la stessa attualità e che siamo sicuri saprà emozionare e coinvolgere il pubblico partenopeo».

Un progetto Graphic Novel Theatre di Lucca Comics & Games a cura di Cristina Poccardi; adattamento e regia Nicola Zavagli; produzione Fondazione Teatro di Napoli - Teatro Bellini.

コメント


© Edizioni Archos

Sostieni ArtApp! Abbonati alla rivista.

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli. Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

SELEZIONATI PER TE