top of page

LA GIUSTIZIA

Installazione permanente di Franca Marini al Polo Civile del Tribunale di Siena


La Giustizia | Fotografie di Franca Marini

Attraverso il linguaggio universale dell’arte fatto di linee, forme e colori dovremmo poter rappresentare il superamento dell’ineluttabile conflitto tra il bene e il male, il rifiuto dei rapporti sadomasochistici tra gli uomini che portano al prevalere del più forte sul più debole fin all’annientamento totale dell’altro.


L’arte dovrebbe dare immagine a quella dimensione di vitalità e fantasia che caratterizza tutti gli esseri umani e da cui si genera la socialità originaria dell’uomo. Ritrovare una dimensione di creatività nei rapporti interumani, un’interazione che vada oltre la logica dell’interesse e dell’utile potrebbe idealmente diventare il fondamento di una società in cui La Giustizia tra gli uomini è innanzitutto uguali possibilità, fin dalla nascita, di sviluppo e ricerca della felicità.



Al contrario, le disuguaglianze di condizioni di vita tra il nord e il sud del pianeta – in buona parte retaggio di un passato coloniale – sono in aumento. Milioni di persone nel mondo sono costrette a lasciare le loro case nella speranza di una vita diversa.



Franca Marini è un’artista con una formazione internazionale. Nasce a Siena dove frequenta l’Istituto d’Arte. Terminati gli studi artistici all’Accademia di Belle arti di Firenze, continua a studiare pittura al San Francisco Art Institute dove si confronta con le correnti più radicali e innovative della cultura artistica americana.

Per oltre 10 anni vive e lavora a New York dove riceve l’Award per la categoria di pittura dalla New York Foundation for the Arts (1998). Dopo una lunga ricerca in campo pittorico, dagli inizi degli anni 2000 realizza installazioni e opere di video arte dove sviluppa tematiche politico-sociali relative ai diritti umani. Ha partecipato a progetti socio-culturali a Cuba (2012-13) e nella Striscia di Gaza (2014-15) realizzando i video Un Mar Rojo e Un sogno a Gaza. Dal 2018 ha realizzato numerose opere sul tema della migrazione tra cui l’installazione multimediale Transnational Migration and Immigration al Human Rights Institute at Kean University, NJ. Per SOS Razzismo Italia ha realizzato il video/doc Abitare la Diversità (2021). Nel Dicembre 2022 realizza l’installazione Rosso Sangue per l’evento Tra Violenza di Genere e Diritti Umani, Presidio Mattioli – Università di Siena. Ha realizzato opere pubbliche ed il suo lavoro è stato esposto in Europa, Stati Uniti, Centro America e Palestina.


Comments


© Edizioni Archos

Sostieni ArtApp! Abbonati alla rivista.

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli. Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

SELEZIONATI PER TE