Orient Flux: l'immaginario aeroporto del futuro di Weirdcore

Weirdcore presenta a Pechino la sua ultima e spettacolare installazione multisensoriale che accompagna lo spettatore nell'aeroporto del futuro


© Weirdcore


Il digital artist britannico Weirdcore, psichedelico artefice delle immagini ipnotiche di Aphex Twin, ha presentato la sua nuova mostra ORIENT FLUX a Pechino, nello spazio artistico e culturale T-10 dell'SKP-S, il grande magazzino di lusso all'avanguardia della città. La mostra multisensoriale si autodefinisce come un “singolare viaggio nel tempo e nello spazio”, accoglie gli spettatori per prendere parte a una serie di esperienze audiovisive coinvolgenti, tutte ambientate all'interno di un immaginario aeroporto del futuro.


Per gentile concessione di SKP-S

Con la direzione musicale di Goooooose e 33EMYBW, insieme alla direzione creativa, al design e alla produzione di Kennedy London, le camere includono una "sala partenze" ambientale, una versione concettuale del "labirinto" della coda di sicurezza e un cancello d'imbarco delimitato da specchi infiniti e luci da pavimento lampeggianti. Nella sezione finale, ai visitatori viene chiesto di salire a bordo del “Trans Aeon Express”: un treno proiettile illusorio che ti porta in un viaggio caleidoscopico attraverso la storia della Cina.


Per gentile concessione di SKP-S



Come gran parte degli altri lavori di Weirdcore, lo spettacolo è un'esperienza digitale tridimensionale che contiene una miscela di immagini dal vivo, codifica, grafica animata e film. È uno stile caratteristico che lo ha visto assicurarsi una partnership creativa decennale con Aphex Twin, nonché collaborazioni con Radiohead, Tame Impala, MIA e Charlie XCX. Weirdcore ha collaborato con 33EMYBW e Gooooose, musicisti pilastri dell'etichetta di Shanghai SVBKVLT che hanno contribuito con un sound design coinvolgente alle immagini dell'artista, fornendo pezzi ambientali cosmici, paesaggi sonori sinofuturisti e spunti sonori fantascientifici a ciascuna delle installazioni interconnesse.


Per gentile concessione di SKP-S

ArtApp 23 | L'Identità
Sostieni ArtApp!

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli.

Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

Scelti per voi

FB-BANNER-01.gif

ArtApp © 2009-2021 Edizioni Archos. Tutti i diritti riservati. P.IVA 02046250169 | Anno XII | Reg. n.03/2009 Tribunale di Bergamo

Rivista indipendente accreditata presso il MIUR-CINECA codice E201912 ARTAPP (print) - ISSN: 2037-1233 | R.O.C. 018701/2009

faviconWhite-08.png