top of page

Oro bianco. Tre secoli di porcellane Ginori

Una mostra dedicata alla storia della Manifattura di Doccia, da Carlo Ginori a Gio Ponti


Oro Bianco Museo Poldi Pezzoli, Fruttiera dal servizio del Kedivé d'Egitto


La mostra, aperta al Museo Poldi Pezzoli fino al 19 febbraio, a cura di Federica Manoli, curatrice della collezione di ceramiche del Museo, e di Oliva Rucellai e Rita Balleri, conservatrici del Museo, presenta una selezione delle più importanti opere realizzate dalla Manifattura Ginori, tra il XVIII e il XX secolo, conservate in diversi musei italiani ed europei, oltre che al Poldi Pezzoli, al Museo Ginori, al momento chiuso per restauro, e in collezioni private. Il percorso espositivo presenta circa 60 opere e si snoda attraverso tre secoli, presentando le fasi salienti della produzione della prestigiosa Manifattura.


Oro Bianco Museo Poldi Pezzoli - Lacoonte


Nel ‘700, sotto la guida del suo fondatore, il marchese Carlo Ginori (1702 – 1757), la produzione si distingue per sculture in porcellana di dimensioni significative che guardano sia all’arte antica che alla tradizione fiorentina rinascimentale e tardobarocca. Questa sezione della mostra presenta capolavori assoluti, come la monumentale Venere de’ Medici del Museo Ginori e raffinati accostamenti di sculture in porcellana esposte per la prima volta insieme ai rispettivi archetipi in bronzo come: la Menade danzante messa a confronto con l’Anfitrite in bronzo dello Studiolo di Francesco I de’ Medici, il Laocoonte del Museo Poldi Pezzoli con il bronzetto da cui è tratto, l’Atlante che regge il mondo dalle gallerie di Palazzo Madama di Torino con Ercole che regge il globo di Ferdinando Tacca, dalle collezioni dei principi del Liechtenstein.


Oro Bianco Museo Poldi Pezzoli - Gio Ponti, Cista Passeggiata archeologica


La produzione del XIX secolo è rappresentata da alcuni vasi realizzati per le grandi esposizioni, e dal servizio da tavola per il Kedivé creato attorno al 1872, in stile neo-egizio. Nel 1896 la Manifattura si espande e diventa la Società Ceramica Richard Ginori con sede a Milano, che allo stabilimento di Doccia aggiunge, tra gli altri, quello di San Cristoforo sul Naviglio grande. Il percorso giunge al termine con una sezione dedicata alla direzione artistica di Gio Ponti (1923-1933), che pur guardando verso nuovi orizzonti non abbandona mai i riferimenti all’antico, tratto distintivo nei secoli della Manifattura: tra le sue opere in mostra, due eccezionali Ciste realizzate appositamente per Fernanda e Ugo Ojetti, oggi di proprietà del Museo Poldi Pezzoli.


Oro Bianco Museo Poldi Pezzoli - Gio Ponti, Piattella Le Attivita Gentili


L’allestimento, elegante e suggestivo, è a cura dello studio Guicciardini e Magni Architetti di Firenze. Accompagna la mostra una pubblicazione Skira Editore, con saggi riguardanti la storia della porcellana in Europa e in Italia, le vicende della Manifattura di Doccia, la figura del fondatore; brevi schede descrittive delle opere esposte; utili apparati di approfondimento e un glossario dei termini tecnici. Non un tradizionale catalogo della mostra, ma una pubblicazione che potrà soddisfare le curiosità del pubblico sulla storia, il collezionismo e la realizzazione della porcellana e che contiene anche importanti novità storico-artistiche sulle opere esposte.

댓글


© Edizioni Archos

Sostieni ArtApp! Abbonati alla rivista.

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli. Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

SELEZIONATI PER TE