top of page

Ritorno impossibile dell’azzurro

In mostra alla galleria BART di Noto (SR) le stampe dell'artista francese Dominique Robin, accompagnate dal libro omonimo


Dominique Robin vive tra l'Italia (Roma) e la sua regione natale nel Poitou. Le sue mostre (in Europa, Africa, Stati Uniti) testimoniano la sensibilità e l'attualità del lavoro di questo artista che intreccia diverse tecnologie dell'immagine, dalla fotografia e dal disegno all'installazione, al video, o al libro d'artista.



La serie Retour impossibile du bleu è esposta per la prima volta nella sua interezza alla Galleria BART, a Noto, fino al 17 luglio 2022. La mostra di Noto (SR) presenta una serie di stampe create dall'artista nel suo studio di New York. Realizzati con fogli di carta colorata, questi disegni effimeri devono tanto alla tecnica del ritaglio quanto alla luce circostante e agli effetti di sfocatura dello scatto. La forza di queste opere è anche dovuta al loro legame con il libro omonimo poiché ognuna di esse si ispira a uno dei momenti immaginari descritti dal libro.



"In Ritorno impossibile dell’azzurro, le stampe di Dominique Robin giocano con le impressioni. Ci sono persistenze in queste pagine che rivelano frammenti di momenti di vita che si possono incontrare in qualsiasi istante anche qui. Indipendentemente dai luoghi, viaggiamo come l'artista tra linee di aerei, di treni, di fuga, di edifici da cui cade una donna, di vulcani, di altrove. I disegni raccontano di per sé un immaginario, e del testo ci si può divertire a leggere solo i dettagli. Come se queste indicazioni ci portassero a percepire qualcosa di inesprimibile, un luogo sconosciuto o la sensazione di un colore".

Héloïse Morel, Actualité nouvelle Aquitaine

www.dorobin.com










Comments


© Edizioni Archos

Sostieni ArtApp! Abbonati alla rivista.

Ti è piaciuto ciò che hai appena letto? Vorresti continuare a leggere i nostri contenuti? ArtApp è una rivista indipendente che sopravvive da più di dieci anni grazie a contributi liberi dei nostri scrittori e alle liberalità della Fondazione Bertarelli. Per supportare il nostro lavoro e permetterci di continuare ad offrirti contenuti sempre migliori Abbonati ad ArtApp. Con un piccolo contributo annuale sosterrai la redazione e riceverai i prossimi numeri della rivista direttamente a casa tua.

SELEZIONATI PER TE