Ladies of Cocoa


Un reportage fotografico in uno dei paradisi del cacao, dove riescono a convivere saperi tradizionali e scelte etiche nei confronti dei lavoratori e della terra

Photo © Veronica Adriani

Alain Ducasse ne ha fatto un laboratorio di lavorazione al centro di Parigi, Gianfranco Vissani lo abbina in alcuni piatti al finocchio o addirittura all’anguilla, Antonello Colonna, “l’ottavo re di Roma”, oltre a inserirlo a conclusione dei suoi menù nel diplomatico accanto a crema e caramello al sale, nel suo Vallefredda Resort ha ospitato una mostra fotografica che ne mitizza le origini e un laboratorio per la sua lavorazione a crudo, lavorazione antica e inconsueta.

Il cioccolato è uno dei prodotti del cacao, elemento naturale e pianta medicinale originaria dell’America Meridionale chiamata da Linneo Theobroma cacao, cibo degli dei, ispirandosi all’utilizzo che le antiche civiltà precolombiane, Maya e Aztechi, ne facevano nei loro rituali sacri.

È un dato di fatto che il cacao rappresenta “un’isola di benessere” nelle nostre società occidentali, invase di tecnologia e progresso, sfruttamento delle risorse naturali e delle potenzialità umane, sia per le qualità medicinali – i suoi poteri antiossidanti ed eccitanti – sia per il suo sapore invitante, raggiunto grazie a lavorazioni di secolare tradizione.

È proprio il legame sentimentale che si instaura con questo pregiato alimento, la valenza di simbolo emotivo che ha il cacao nella nostra società ciò che ha portato la fotografa Veronica Adriani a indagare nei suoi reportage sulle coltivazioni di cacao in Venezuela, in Indonesia, in Costa d’Avorio.

Photo © Veronica Adriani

Con la sua in